In cosa consiste l'evidenziare i punti principali mediante simboli?

Questo modello utilizza da tre a sei simboli che trasmettono il messaggio di base del testo. L'informazione veicolata dal gruppo di simboli è paragonabile a quella che si ricava dai titoli di un giornale la quale trasmette un conciso riassunto del contenuto del testo.
Fornire un aiuto simbolico di questo tipo permette ad un utente che ha difficoltà coi testi scritti di carpire più informazioni rispetto all'uso dei soli simboli chiave.

 

In quali situazioni è opportuno evidenziare i punti principali?

Schede, cartelli, depliant informativi

I punti principali funzionano particolarmente bene su pannelli informativi e come parte di un scheda informativa più ampia.

 

 

Un altro esempio è rintracciabile in una versione semplificata di “Io cambio scuola". Si trattava di un volantino prodotto da una Scuola Media Inferiore per ragazzi con difficoltà nella lettura e per i loro genitori per invitarli a un incontro di orientamento generale sulle scuole superiori. Il documento doveva essere compreso sia da ragazzi con difficoltà, sia da quelli senza difficoltà, sia dai genitori. Per tali ragioni era necessaria una presenza di simboli sufficientemente ampia da consentire la comprensione ai ragazzi, ma non troppo invadente e fonte di distrazione per gli altri che non ne avevano bisogno.

Cartelli basati sui punti principali sono presenti all'Eden Project in Cornovaglia, un luogo frequentato da utenti con un livello di conoscenza dell'inglese molto variabile. I simboli evidenziano i punti principali di testi informativi disseminati in tutto il parco e aiutano le persone con difficoltà nel comprendere l'inglese scritto. Fornendo una sintesi del testo, i punti principali permettono una lettura rapida. L'adozione di questa tecnica, inoltre, permette ai lettori meno esperti di ottenere una rassicurazione sul contenuto del messaggio principale del testo.

 

 

 

 

Realizzare un supporto evidenziando i punti principali

Lo scopo dei punti principali è quello di aumentare la fruibilità di una parte di testo trasmettendone gli elementi principali utilizzando il minor numero possibile di concetti. Esiste una semplice procedura suddivisa in 3 punti per creare tale forma di supporto:

 

Pensare ad un “titolo” che comunichi il messaggio base del testo che si vuole supportare.

I punti principali infatti trasmettono le stesse informazioni di un titolo di giornale. Il primo passo per creare un simile supporto è pensare ad una frase somigliante ad un titolo che comunichi, con un linguaggio semplice, il concetto base del testo. Un buon modo per cominciare è porsi la domanda : “Se potessi comunicare una sola informazione di questo testo quale sarebbe?”

Facciamo un esempio, prendendo un testo abbastanza complesso:

Da anni i nutrizionisti valorizzano la "dieta mediterranea" perché basata sull'assunzione di alimenti naturali. Dalle più recenti acquisizioni nell'ambito della nutrizione umana, è stato confermato che frutta e ortaggi contengono, non solo elementi nutritivi, ma anche fattori protettivi legati al loro colore. Le proprietà salutistiche sono dovute al contenuto di acqua, vitamine, sali minerali, zuccheri, fibre; tali sostanze, conferiscono agli ortaggi e alla frutta il proprio colore e sono importanti per l'azione protettiva nei confronti degli apparati e dei sistemi del corpo umano. Ogni frutto e ortaggio, possiede una certa composizione caratteristica, per questo motivo i nutrizionisti consigliano di mangiarne quante più varietà possibili, in modo che l'organismo assimili il giusto mix di sostanze fondamentali per soddisfare tutte le sue necessità.

 

Nel nostro esempio il titolo potrebbe essere "Frutta e verdura sono un grande aiuto per la salute"

 

Scegliere da tre a sei simboli che potrebbero trasmettere il “titolo” nel modo più semplice.

I punti principali sono evidenziati con una frase breve e semplice, come minimo nella forma “soggetto – verbo - complemento oggetto”, che viene rappresentata per mezzo di simboli trasparenti. Il modo migliore per cercare i simboli è, in questo caso, quello di immaginare il messaggio come una “formula”. Un approccio di questo tipo al messaggio solitamente garantisce che i simboli trasmettano un pensiero di facile comprensione. Nel nostro esempio la formula potrebbe essere "frutta e verdura danno salute".

In questa fase è necessario pensare ai simboli in modo indipendente dal testo. Solo dopo aver determinato i simboli della propria “formula” si giunge a scegliere come esprimere il concetto a parole.

 

 

Modificare il testo del “titolo” in modo da adattarlo ai simboli scelti.

Dopo aver scelto la “formula” si cerca una frase che la descriva nel modo più semplice e questa verrà poi utilizzata insieme ai simboli. É meglio ordinare le parole in una struttura sintattica semplice anche se questo può significare modificare la frase ipotizzata al passo 1. È inoltre importante ricordare che la frase da utilizzare non deve necessariamente apparire nel testo in esame; i punti principali sono un messaggio autonomo che si riferisce al testo.

 

 

© Auxilia Srl 2016 | Auxilia s.r.l. - Viale Carlo Sigonio, 227 | 41124 Modena | Tel 059.21.63.11 | Fax 059.22.05.43 | PI 01744630367